Donna dichiarata morta si risveglia all’obitorio: indagini in corso

Una donna di 90 anni, dichiarata morta in un ospedale brasiliano, viene scoperta viva all'obitorio. Indagini in corso per comprendere cosa sia accaduto.

obitorio

BRASILE – Norma Silveira da Silva, 90 anni, è stata dichiarata morta all’ospedale regionale São José Dr. Homero de Miranda e portata all’obitorio per la successiva cremazione, ma poche ore dopo è stata scoperta viva, riferiscono i media locali.

La donna brasiliana era stata ricoverata in gravi condizioni in ospedale e sabato scorso suo figlio aveva ricevuto la notizia del decesso, ha riferito un’amica della defunta, Jéssica Silvi Pereira, che aveva visitato Norma al centro medico ore prima. Il certificato di morte afferma che la donna è morta per ‘un’infezione del tratto urinario’.

Il corpo di Norma fu portato all’obitorio di São José, ma poche ore dopo, quando la donna stava per essere cremata, un impiegato del crematorio scoprì che il suo corpo, che giaceva in una borsa mortuaria, era ancora caldo e respirava ancora. ‘Dalle 23:40 all’1:30 è rimasto dentro il sacco, quasi soffocando’, ha detto Pereira.

Norma è stata nuovamente ricoverata in ospedale, ma è morta questo lunedì. Il secondo certificato afferma che la morte è stata causata da ‘shock settico’ causato da ‘sepsi a focolaio indefinito’. Non è ancora chiaro se la morte della donna sia dovuta al fatto che è rimasta senza cure mediche per diverse ore o alla malattia con cui era stata inizialmente ricoverata in ospedale.

In questo contesto, il Consiglio Regionale di Medicina dello Stato di Santa Catarina ha dichiarato che ‘è venuto a conoscenza della situazione e stabilirà le procedure appropriate per dare seguito al caso’. L’ospedale ha annunciato di aver avviato un’indagine sul caso e di aver adottato le misure appropriate. Nonostante ciò, Pereira ha indicato che la famiglia di Norma vuole fare causa all’ospedale. ‘È una sconsideratezza che non augurerei a nessuno’, ha aggiunto.