Migros richiama prosciutto cotto nostrano per listeria. Allerta anche per i frontalieri italiani

Migros Ticino richiama preventivamente il prosciutto cotto affettato dei “Nostrani del Ticino”, venduto in tutte le filiali. In seguito a un controllo...



Migros Ticino richiama preventivamente il prosciutto cotto affettato dei “Nostrani del Ticino”, venduto in tutte le filiali. In seguito a un controllo interno del produttore, nel prosciutto in questione è stata rilevata la presenza di listeria. Il richiamo riguarda gli articoli 2315.020.960.00  e n° di lotto 17018619, da vendersi entro il 26.11.2017 e da consumarsi entro il 28.11.2017. L’azienda ha ritirato immediatamente le confezioni in questione dagli scaffali e invita da subito i clienti a non consumare il prosciutto interessato dal richiamo. La listeria può avere ripercussioni sulla salute. In alcuni casi, il consumo del prodotto contaminato può scatenare sintomi analoghi a quelli dell’influenza (febbre, emicrania, nausea).

Qualora si presentassero tali sintomi, si consiglia alle donne incinte e alle persone affette da un’immunodeficienza di rivolgersi a un medico. Se il prosciutto cotto affettato è stato cucinato al forno prima del consumo, non sussistono invece problemi, dato che eventuali batteri della listeriosi presenti nell’alimento vengono uccisi dal calore della cottura.Dato il rischio per la salute che si corre in seguito alla contaminazione del batterio particolarmente patogeno, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda anche ai numerosi frontalieri italiani, massima allerta. I clienti possono riportare il prodotto indicato qui sopra presso le filiali Migros Ticino: riceveranno il rimborso del prezzo di vendita.

Potrebbe interessarti...