Nissan richiama 400mila auto negli Stati Uniti tra SUV e berline: rischio incendio

RICHIAMO AUTO – Nissan ha emesso un nuovo richiamo negli Stati Uniti. Questa volta ad essere richiamati sono circa 400.000 SUV e berline. Il provvedimento si è reso necessario al fine di riparare una imperfezione della guarnizione della pompa...



Nissan richiama 400mila auto negli Stati Uniti tra SUV e berline: rischio incendio.

RICHIAMO AUTONissan ha emesso un nuovo richiamo negli Stati Uniti. Questa volta ad essere richiamati sono circa 400.000 SUV e berline. Il provvedimento si è reso necessario al fine di riparare una imperfezione della guarnizione della pompa dei freni del sistema anti-bloccaggio (ABS), la quale può causare perdita di fluidi, che a loro volta andrebbero a finire nei circuiti elettrici dei veicoli. Se una cosa simile accadesse causerebbe, oltre al malfunzionamento, un corto circuito. Nissan ha specificato che tutto ciò potrebbe causare senza dubbio un incendio, necessario quindi il richiamo auto.

I modelli interessati sono le Nissan Pathfinder 2017-2018, le Nissan Maxima 2016-2017, le Nissan Murano 2015-2016 e le Infiniti QX60 2017. Se possedete una di queste vetture è bene per voi sapere che la casa ha fornito informazioni per carpire l’insorgenza del problema, e indicato il comportamento da tenere. Pertanto se la spia dell’ABS si illumina nel quadro e rimane in queste condizioni per più di 10 secondi:”Ai proprietari è consigliato parcheggiare il veicolo all’esterno, lontano da altri veicoli e strutture, ed evitare di guidare il veicolo.

Questo almeno è quanto sostenuto dalla National Highway Traffic Administration che ha imposto il richiamo al gruppo giapponese. Nissan, a partire dal 2 dicembre notificherà ai proprietari dei veicoli il richiamo.

Nell’attività a tutela dei consumatori e dei proprietari o possessori di veicoli a motore, lo “Sportello dei Diritti”, ancora una volta, grazie al servizio che svolge monitorando tutti i richiami tecnici per l’eliminazione di difetti di produzione o di progettazione riguardanti la sicurezza che interessano i veicoli circolanti, anticipa in Italia l’avvio di procedure di tal tipo da parte delle multinazionali automobilistiche anche a scopo preventivo, poiché non sempre tutti coloro che possiedono una vettura tra quelle indicate vengono tempestivamente informati.

È necessario, quindi, spiega Giovanni D’Agata presidente dello  “Sportello dei Diritti”, prestare la massima attenzione e rivolgersi alle autofficine autorizzate o ai Concessionari NISSAN Italia, nel caso in cui la propria autovettura corrisponda al modello in questione. Gli uomini della rinomata casa automobilistica giapponese dovranno apportare i dovuti correttivi e risolvere un problema grave, destinato a suscitare non poca preoccupazione per la difettosità segnalata.

Potrebbe interessarti...