Richiamo alimentare: alette di pollo con Salmonella agona marchio CARREFOUR

Un nuovo avviso di richiamo di prodotti alimentari per rischio microbiologico è stato lanciato in queste ore  dal Ministero della salute attraverso un’apposita sezione del suo sito ufficiale, in modo da salvaguardare la salute dei consumatori. Questa...



Un nuovo avviso di richiamo di prodotti alimentari per rischio microbiologico è stato lanciato in queste ore  dal Ministero della salute attraverso un’apposita sezione del suo sito ufficiale, in modo da salvaguardare la salute dei consumatori.

Questa volta il richiamo precauzionale riguarda un lotto di alette di pollo “Pollo allevato a terra” made in Italy a marchio CARREFOUR “poiché è stata riscontrata la presenza di Salmonella agona e Salmonella infantis” da parte del produttore. Sono interessate le confezioni del peso variabile con il numero di lotto 0051000478 e termine minimo di conservazione 10/02/2022.

La carne di pollo è stato prodotta da C.A.F.A.R. (IT 027 M CE) sulla via Pirandello n 5/7  a Gatteo, in provincia di Forlì-Cesena ma commercializzata da GS SPA in via Caldera n 21 nella città metropolitana di Milanoi. La vendita del prodotto é stata tempestivamente bloccata dai supermercati CARREFOUR che commercializza le alette di pollo incriminate.

L’agona è un sierotipo di Salmonella che non viene frequentemente isolato nell’uomo, più spesso correlato alla contaminazione dei mangimi. Questa tossinfezione alimentare presenta sintomi quali diarrea, febbre e crampi addominali per 4-7 giorni. Ma i bambini, gli anziani e le persone immunodepresse possono sviluppare anche una forma più grave con batteriemie o meningiti.

Per precauzione, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda di non consumare il prodotto con il numero di lotto e il termine minimo di conservazione segnalato. Qualora siate in possesso di una rimanenza di alette, potete restituirlo al punto vendita e verrà sostituita gratuitamente.

Potrebbe interessarti...