Contaminazione da batteri E.Coli: aperta indagine per “omicidio colposo” dopo lo Scandalo Pizze Surgelate Buitoni Nestlé

Le autorità sanitarie francesi hanno annunciato mercoledì di aver stabilito un legame tra il consumo di queste pizze e diversi casi gravi di contaminazione, mentre decine di bambini francesi si sono ammalati e due sono morti. L’indagine riguarda...



Contaminazione da batteri E.Coli: aperta indagine per "omicidio colposo" dopo lo Scandalo Pizze Surgelate Buitoni Nestlé

Le autorità sanitarie francesi hanno annunciato mercoledì di aver stabilito un legame tra il consumo di queste pizze e diversi casi gravi di contaminazione, mentre decine di bambini francesi si sono ammalati e due sono morti. L’indagine riguarda i reati di “immissione in commercio di un prodotto dannoso per la salute, danno ad altri, lesioni involontarie e omicidio colposo“.

È stato affidato all’Ufficio Centrale per la Lotta ai Danni all’Ambiente e alla Salute Pubblica (Oclaesp), alla Direzione Generale della Gendarmeria, al Dipartimento Investigazioni della Direzione Generale per la Concorrenza, i Consumatori e per la repressione delle frodi (DGCCRF) e la Brigata nazionale per le indagini veterinarie e fitosanitarie (BNEVP) del ministero dell’Agricoltura, ha affermato l’accusa. Secondo diversi media, le denunce sono state presentate ai tribunali francesi.

Dalla fine di febbraio in Francia si registra un’impennata dei casi di sindromi emolitiche e uremiche (SEU) legate alla contaminazione con il batterio E. coli. La Santé Publique France aveva indicato mercoledì che 75 casi erano sotto indagine, di cui 41 per i quali sono state identificate sindromi emolitiche e uremiche “simili” e 34 per i quali sono in corso ulteriori analisi.

Due bambini sono morti, anche se il legame con le pizze non è stato confermato in nessuno dei due casi. Le analisi “hanno confermato un legame tra diversi casi e il consumo di pizze surgelate della linea Fraîch’Up del marchio Buitoni contaminate da batteri Escherichia coli“, ha annunciato mercoledì in un comunicato la Direzione Generale della Salute, che dipende dal governo. Nestlé aveva chiuso due linee di produzione situate a Caudry (Nord) che producono queste pizze surgelate commercializzate principalmente in Francia.

Pizze surgelate Fraîch’Up Buitoni Nestlé

Il marchio Buitoni aveva fatto un richiamo ufficiale di queste pizze il 18 marzo. Il richiamo riguarda “tutte le pizze surgelate Fraîch’Up acquistate prima del 18 marzo 2022”, come affermato da Buitoni. Riguardano le 16 diverse ricette. Il marchio ha inoltre chiesto ai consumatori che hanno acquistato queste pizze di “non mangiarle, scattare una foto della confezione con i riferimenti del prodotto (data di durata minima, numero di codice a barre, numero di lotto,) per ottenere il rimborso contattando il servizio consumatori allo 0800 22 32 42 (servizio gratuito e chiamata), Scartare i prodotti”.

Al 30 marzo, secondo le autorità sanitarie, “75 casi sono sotto inchiesta, di cui 41 casi di HUS con caratteristiche simili”. I bambini malati hanno un’età compresa tra 1 e 18 anni e due di loro sono morti, ha detto a BFMTV Public Health France. I bambini malati, di età compresa tra 1 e 18 anni con un’età media di 5,5 anni, hanno presentato sintomi tra il 10 gennaio 2022 e il 10 marzo 2022. Due bambini sono morti, hanno ricordato. Le autorità sanitarie chiedono “consultare rapidamente un medico segnalando questo consumo” se:

  • “entro 10 giorni, le persone hanno diarrea, dolore addominale o vomito”
  • “entro 15 giorni, le persone mostrano segni di grande affaticamento, pallore, diminuzione del volume delle urine, che diventa più scuro”

Se non ci sono sintomi non c’è bisogno di preoccuparsi.

Potrebbe interessarti...